Manutenzione 2018-03-13T09:31:52+00:00

Manutenzione generica

Norme di magazzino

Le batterie vanno conservate in luoghi asciutti, lontani dai raggi solari e possibilmente non soggetti ad elevati sbalzi di temperatura. Nonostante il fenomeno di autoscarica sia ridotto, è sempre consigliabile evitare lunghi periodi di giacenza delle batterie cariche a magazzino. Se la batteria è in giacenza da qualche mese, prima di installarla verificarne lo stato di carica ed effettuare eventualmente un carica di rinfresco se il livello di carica è inferiore al 70%. Le batterie cariche secche possono rimanere in giacenza per lunghi periodi, senza alcun pericolo di danneggiamento. Con l’aumentare del periodo di immagazzinaggio si renderà necessaria una carica più prolungata in sede di attivazione.

Installazione

Le batterie debbono essere installate in base alle istruzioni indicate dai costruttori dei veicoli / impianti rispettando le polarità indicate. Quando si opera sulle connessioni è necessario fare attenzione per non incorrere in corto circuiti.

  • Manutenzione batterie avviamento

    Norme da seguire per la manutenzione e l’uso delle batterie.

    Norme di magazzino

    Rimuovere i tappi e riempire tutti gli elementi con elettrolito fino a circa 10 mm sopra il bordo dei separatori (vedere livello massimo stampato sul contenitore). L’elettrolito è una soluzione di acido solforico per accumulatori la cui densità è di 1,275 gr/lt + 31 Bè.
    Al fine di una buona attivazione, l’acido e la batteria debbono avere una temperatura superiore a 15° C.
    Far riposare la batteria mezz’ora, controllare il livello e, se necessario, rabboccare con acido. Applicare i tappi sfogatoi pulendo bene la parte superiore della batteria.

    Prima di montare la batteria su un veicolo assicurarsi che sia ben caricata. Fissare correttamente la batteria nel suo alloggiamento sul veicolo evitando di serrare troppo le viti per non danneggiare il monoblocco. Pulire i morsetti e serrarli a fondo sui poli cospargendoli con vaselina o altro prodotto neutro.
    Togliendo la vecchia batteria svitare per primo il morsetto di massa. Nel montare la nuova collegare per ultimo il morsetto di massa.

    Ricarica

    Non utilizzare caricatori rapidi. Collegare la batteria al raddrizzatore in modo corretto per non danneggiare l’apparecchio. Caricare con corrente pari a 1/10 della capacità in Ah (es.: una batteria da 50 Ah deve essere caricata a 5 Amp.).
    La carica può ritenersi ultimata quando si noterà un vivace sviluppo gassoso nell’elettrolito e la densità sarà quindi risalita a 1.275 gr/lt + 31 Bè e queste ultime condizioni tenderanno a rimanere costanti per almeno due ore.

    Avvertenze per la sicurezza

    Per evitare pericoli di incidenti, bisogna tenere presente quanto segue:
    A. L’elettrolito contenuto nelle batterie è una soluzione di acido solforico, perciò una sostanza corrosiva. In caso di contatto con la pelle, gli occhi, con il vestiario o con superfici verniciate, lavare subito abbondantemente con acqua. Per gli occhi prestare anche cure mediche. Tenere fuori dalla portata dei bambini.
    B. Le batterie generano gas esplosivi. Per evitare il pericolo di esplosione non avvicinare quindi fiamme alle batterie, sigarette accese, nè generare scintille che possono verificarsi nelle operazioni di montaggio, smontaggio, controllo, avviamento con collegamenti volanti mediante batterie o apparecchiature ausiliarie.Quando si procede alla carica delle batterie, fare bene attenzione alla corretta polarità di collegamento con il caricatore, effettuando contatti sicuri per non produrre scintille ed evitare di utilizzare corrente di carica troppo elevata.
    Se la carica si effettua in luoghi ristretti, provvedere ad una adeguata ventilazione.

  • Manutenzione batterie trazione leggera

    Manutenzione

    Le batterie da trazione leggera vanno tenute pulite ed asciutte utilizzando un panno leggermente umido. Non usare soluzioni organiche.
    Evitare di scaricare a fondo le batterie e di lasciarle per periodi lunghi scariche. Durante il normale utilizzo delle batterie, l’acqua contenuta nella soluzione evapora gradualmente.
    È necessario effettuare un periodico rabbocco versando acqua demineralizzata attraverso gli appositi tappi, in quantità costante per ciascun elemento o cella.
    È importante fare il rabbocco sempre dopo aver effettuato un ciclo completo di ricarica. Il livello dell’acqua deve sempre coprire le piastre interne, per evitare fenomeni di solfatazione, ma non deve essere troppo abbondante. L’eventuale trabocco della soluzione, che solitamente avviene durante la carica, può fare perdere densità all’elettrolita, con conseguente perdita di capacità. Le batterie GI-CAR sono caratterizzate da un basso consumo di acqua.
    In caso di utilizzo giornaliero si consiglia comunque di controllare il livello della soluzione ogni 15 gg e di procedere all’eventuale rabbocco. Se si effettua una regolare manutenzione le batterie garantiscono costanti livelli di performance e durate pluriennali.

    Carica

    Il carica batterie deve avere mediamente una intensità di carica iniziale in ampere che va da 12-16% della capacità dichiarata in 5 ore della batteria.

  • Manutenzione batterie trazione pesante

    Norme per l’utilizzo e la carica

    Il veicolo elettrico non va mai utilizzato fino alla completa scarica della batteria; l’uso migliore prevede una scarica che non oltrepassi la soglia del 90% della capacità nominale in 5h. Il lavoro va quindi interrotto quando la densità dell’elettrolito scende a 1,12 – 1,13 kg/l riferito alla temperatura di 30° C.
    Quando l’elettrolito presenta la densità sopra citata o inferiore, mettere la batteria sotto carica collegandola al relativo caricatore, verificando che durante la carica la temperatura dell’acido non superi mai 45°C.
    I Rabbocchi con acqua distillata vanno fatti solo alla fine della carica.
    La batteria si ritiene carica quando la densità dell’acido raggiunge peso specifico di 1,27 – 1,28 kg/l e la sua ebollizione è intensa.

    Norme per la pulizia

    La batteria deve sempre essere tenuta pulita ed asciutta. E’ fondamentale evitare la formazione di ossido sulle prese di estremità, sui bordi dei cassoni, ecc. con conseguenti dispersioni di corrente e corrosioni.
    Ingrassare periodicamente i terminali.

    Batterie poco utilizzate

    Una volta ferme, le batterie devono essere tenute in ambienti freschi, asciutti e privi di polvere. Non lasciare mai per più di due giorni la batteria scarica, ma eseguire la carica completa prima di lunghi periodi di inattività.

    Avvertenze

    L’ambiente dove viene effettuata la carica deve essere ben ventilato.
    Nei pressi della batteria è necessario evitare di:

    • Fumare ed usare fiamme libere
    • Effettuare lavori che producano scintille
    • Appoggiare sulle batterie utensili o altri oggetti metallici

NON SOLO BATTERIE

Servizi pre e post vendita

Non solo prodotti, ma una serie di servizi pre e post-vendita garantiti dall'esperienza ventennale di personale tecnico qualificato.

Scopri i servizi

Clicca mi piace

sulla nostra pagina Facebook e ricevi il 30% di sconto

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.